Analizzatori posturali e podoscopi: come funzionano?

Parliamo dei podoscopi e degli analizzatori posturali. Cosa sono? Problemi legati alla schiena come scoliosi, lordosi o altri disturbi sono sempre più comuni tra le persone. Questi sono per lo più connessi a una scorretta postura che ognuno di noi tende ad assumere. Come fa dunque uno specialista a valutare il problema nella sua interezza? Attraverso degli strumenti medicali che permettono di dare una diagnosi completa e dettagliata della situazione di un paziente, e a valutare eventuali malformazioni ossee o problemi posturali. I dispositivi più utilizzati sono sicuramente i podoscopi e gli analizzatori di postura.

Distinguiamo però le due cose, cominciando a capire innanzitutto che cosa sono i podoscopi e a cosa servono. Il podoscopio è un attrezzo medico utilizzato negli studi specialistici attraverso cui è possibile analizzare l’arco plantare di una persona.

Quando viene utilizzato il podoscopio?

Un medico ortopedico solitamente per valutare se un paziente è affetto da problemi di malformazioni alla schiena, pratica un esame podoscopico, che permette di effettuare una corretta analisi del piede. In questo modo si riuscirà a capire anche la migliore terapia da prescrivere.

Quali sono le caratteristiche tecniche di un podoscopio?

I podoscopi hanno la forma di una scatola su cui si dispone il paziente in piedi, in modo da fare peso completamente su di esso. Dunque è caratterizzato da una struttura con una lastra di cristallo sopra cui il paziente salirà, a mo’ di bilancia. Al di sotto della lastra vi è uno specchio che serve a riflettere le piante dei piedi. Esso è illuminato da luce, solitamente a led, per consentire di registrare la pianta e dunque le zone di maggiore o minore carico. Queste verranno evidenziate in diverse tonalità di verde.

Podoscopio come funziona?

Abbiamo dunque visto cosa sono i podoscopi, ora cerchiamo di capire invece che cosa intendiamo quando parliamo di analizzatori posturali

Che cos’è un’analisi posturale e come funziona un'analizzatore posturale?

È un semplice esame attraverso cui il medico specialista riesce a comprendere se ci sono patologie posturali. Un buon centro ortopedico non può fare a meno di essere dotato di tutti gli strumenti utili a effettuare tale analisi. Nello specifico si avrà bisogno di un analizzatore posturale. Tale dispositivo medico è composto da una pedana, due aste in alluminio poggiate lateralmente, degli indicatori di misura, uno specchio sulla parte superiore e dei cursori che mediante dei fili vengono agganciati al paziente, per poter effettuare l’esame. Il paziente si dispone al suo interno posizionandosi sulle lastre. Lo specchio consente di osservare la posizione delle spalle e se ci sono eventuali malformazioni.

 analizzature di postura

Dunque per avere una panoramica chiara della situazione del paziente il medico dovrà essere in grado di visualizzare dalle diverse angolazioni le varie parti del corpo che incidono sulla postura, quindi la posizione delle spalle, l’andamento della colonna, l’allineamento dei piedi e così via. Attraverso gli analizzatori posturali è possibile rintracciare in modo chiaro eventuali scompensi posturali.

I podoscopi e gli analizzatori posturali sono dunque strumenti essenziali per un centro medico specialistico. È importante disporsene per poter offrire un servizio completo ed approfondito al proprio paziente.